Foolish - Pietracava
16143
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-16143,theme-bridge,cookies-not-set,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,,vertical_menu_enabled,side_area_uncovered_from_content,columns-3,qode-theme-ver-10.1.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Foolish

La realtà è un grande gioco, un’immensità suddivisa in frammenti di tempi, spazi ed emozioni. Un gioco a volte divertente, altre volte noioso, un gioco di pericolo e avventura. Noi ricopriamo ruoli sempre diversi, scommettiamo, perdiamo, vinciamo. Siamo soggetti a un’unica regola: la curiosità. Foolish è la forma che abbiamo dato alla nostra realtà per meglio conoscerla, capirla e interpretarla. I nostri giochi sono le lenti attraverso cui spiare il quotidiano, elevarlo e dedicargli, con l’eternità della pietra, un’esistenza, una solidità, un geometrico e misurabile modo di stare al mondo.

Cos’è Foolish?

La realtà è un grande gioco, un’immensità suddivisa in frammenti di tempi, spazi ed emozioni. Un gioco a volte divertente, altre volte noioso, un gioco di pericolo e avventura. Noi ricopriamo ruoli sempre diversi, scommettiamo, perdiamo, vinciamo. Siamo soggetti a un’unica regola: la curiosità. Foolish è la forma che abbiamo dato alla nostra realtà per meglio conoscerla, capirla e interpretarla. I nostri giochi sono le lenti attraverso cui spiare il quotidiano, elevarlo e dedicargli, con l’eternità della pietra, un’esistenza, una solidità, un geometrico e misurabile modo di stare al mondo.

Birillo

Voce del verbo Passareiltempo

“Homer: Senti ragazzo, mi chiedo se hai bisogno di un tantinello di più di attenzione paterna”.
Sete di gloria, fame d’amore, ep. 6, undicesima stagione, The Simpson

La boccia non va tirata, va fatta rotolare. Piega il braccio a 90°, sostieni la boccia con l’altra mano, abbassati, tieni i piedi stretti, guarda davanti a te, punta l’obiettivo, prendi la rincorsa, ma non troppa. Hai una giornata da terminare in gloria, puoi farcela. Anche un passatempo ha le sue regole, stanne certo. Hai fatto strike, lo vedi? Troviamo tutti qualcosa e qualcuno per cui diventare fenomeni.

Dado

Si può vincere a caso

“È incredibile come cambia la vita se la palla va oltre la rete o torna indietro, no?”
Match Point di Woody Allen

C’è del fascino irresistibile nella casualità della vita. Se ti volti a guardare la trama di ogni tua singola giornata, tra l’inizio e la fine, ci vedi un ricamo perfetto. Ma se domattina decidessi di svegliarti e a dare tutto al caso? Se decidessi di abbandonarti a quel che potrebbe accadere? Senza una gestione preventiva, senza un’aspettativa. Questo è quello che ti chiede la carta pescata. Potresti raggiungere la casella della Verità in una sola mossa. Attenzione: hai avversari agguerriti, Mister Destino non lascia tregua!

Dama

Conversazioni a quattro mani

“Sedurre è come scrivere una bella canzone, tutto tecnica e ritmo, tecnica e ritmo”.
Hanno tutti ragione di Paolo Sorrentino

Ora pensa a una persona, coglile lo sguardo e siediti di fronte a lei. Muovi le pedine giuste, falla atterrare sui bianchi e sui neri con una strategia studiata. Lasciale spazio, stringi quando puoi, mangia il dovuto, non avere fretta. Tecnica e ritmo. È una nuova partita a dama. Un ticchettio continuo e ben cadenzato di parole pronunciate con sicurezza. Ora lascia che l’avversario decida il finale.

Forza 4

Il blues è una messa profana

“You know the day destroys the night/Night divides the day/Tried to run. Tried to hide. /Break on through, to the other side”.
Break on through (to the other side), 1967, The Doors

Te lo ricordi Jim Morrison quando sui palchi di tutto il mondo giocava pericolosamente a frantumare ogni tipo di regola? Ecco. Il gioco di oggi non ha regole. Anzi sì, forse una, l’immaginazione. Immagina un palco, una folla impazzita, la tua bottiglia di vino in mano, tu che finalmente puoi dire quello che attendevi di dire da sempre. Vinci se lo fai per davvero, perdi se non hai nulla da dire. Ti sei fatto fregare la fantasia per quel poco di illusoria serenità!

Puzzle

Io, web-io, multi-io

“A cosa stai pensando?”
Facebook

La rete è un flusso di energia ininterrotto, è divertente, è schizofrenica, è avvincente e vorresti sapere, vedere, conoscere tutto. Senti la forza di essere ovunque, l’opportunità di parlare con chiunque, l’impagabile possibilità di essere altro. Navighi nelle tue multiformi identità social e ti senti un marinaio astuto, agile e giocherellone, che in ogni porto può inventare una storia differente su di sé. Ma alla sera avrai solo uno specchio, attenzione a non perdere i pezzi, stando alle regole, rischi l’eliminazione.

Category
Design